Ministero dell’Ambiente, finanziamenti ai Comuni per piste ciclabili, bike sharing e car pooling.

Condividi questo post:

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il comunicato del Ministero dell’Ambiente che ha aperto i termini di presentazione delle istanze di accesso al Programma di Incentivazione della Mobilità Urbana Sostenibile (PrIMUS), finalizzato al finanziamento di progetti di mobilità sostenibile promossi dai Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti.

Il Programma incentiva la mobilità urbana a basso impatto ambientale ed i sistemi di condivisione dei veicoli, la propensione al cambiamento delle abitudini e dei comportamenti dei cittadini in favore della mobilità sostenibile. L’intervento è dotato di risorse per 15 milioni di euro.

Beneficiari della misura sono i Comuni di tutto il territorio nazionale con popolazione superiore a 50.000 abitanti.

Sono finanziabili i Progetti Operativi di Dettaglio (P.O.D.) riferiti alle seguenti azioni:

  • realizzazione di nuove piste ciclabili in grado di rispondere alla domanda di spostamenti urbani casa-scuola e casa-lavoro;
  • sviluppo della sharing mobility in ambito urbano (sharing mobility, buoni mobilità per uso di servizi di bike sharing, di scooter sharing e car sharing);
  • sviluppo delle attività di mobility management presso le sedi delle Amministrazioni dello Stato (sedi centrali e periferiche), delle Amministrazioni territoriali, delle scuole e delle università (pedibus, bicibus, car pooling, servizi aziendali di car sharing, ecc.).

I soggetti destinatari possono presentare un unico P.O.D. riferito ad una sola delle tre azioni, oppure, in alternativa, due distinti P.O.D., uno riferito alla sharing mobility e uno riferito allo sviluppo di mobility management.

Ammontare del cofinanziamento erogabile col programma PriMUS 

L’entità del cofinanziamento statale è così determinata:

  • in relazione ai progetti per nuove piste ciclabili, ciascun P.O.D. è cofinanziato dal Ministero nella misura compresa tra € 300.000,00 ed € 600.000,00 fino al
    limite massimo del 75% del costo complessivo;
  • in relazione ai progetti per lo sviluppo della sharing mobility, ciascun P.O.D. è cofinanziato dal Ministero nella misura compresa tra € 150.000,00 ed € 300.000,00 fino al limite massimo del 75% del costo complessivo;
  • in relazione ai progetti per lo sviluppo di mobility managemente, ciascun P.O.D. è cofinanziato dal Ministero nella misura compresa tra € 60.000,00 ed € 90.000,00 fino al limite massimo del 75% del costo complessivo.
Termini e modalità di presentazione delle domande di cofinanziamento

Le domande di cofinanziamento devono essere presentate entro il giorno 8 giugno 2019 tramite modalità telematica.

⇒ Scarica il bando PriMUS Programma di Incentivazione della Mobilità Urbana Sostenibile.

Avvocato del Foro di Salerno – Founder Studio Legale Greco – diritto civile e tributario.
CEO & Founder del portale Campania Europa.

Facebook Twitter LinkedIn Skype