Bando per l’ammissione ai finanziamenti nel mercato vitivinicolo.

Il Piano Nazionale di Sostegno al settore vitivinicolo,  per la campagna vitivinicola 2010/2011, ha destinato fondi comunitari alla Regione Campania per un ammontare di Euro 6.029.000,00, che rappresentano circa il 3% dei fondi nazionali.
Tra le misure permanenti previste nel programma nazionale, la disponibilità finanziaria per lamisura degli Investimenti, annualità 2011, per la Regione Campania è di € 475.000,00 e pertanto, i progetti presentati sono finanziati con tali fondi che rappresentano la quota comunitaria.
Per l’attuazione di tale misura il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali con Decreto del 4 marzo 2011 n. 1831 ha emanato le disposizioni nazionali di attuazione perl’applicazione della misura investimenti, prevedendo, tra l’altro, i requisiti dei soggettibeneficiari, la tipologia delle azioni ammissibili, la modalità di presentazione delle domande diaiuto, l’entità del sostegno, la conseguente ripartizione finanziaria e la possibilità per leRegioni di adottare proprie disposizioni per applicare la misura degli investimenti, compresa lapossibilità di individuare eventuali ulteriori condizioni di ammissibilità e/o di esclusione dalcontributo e specifici criteri di priorità.

Ambito di applicazione e durata
La misura “Investimenti” si applica su tutto il territorio regionale a decorrere dallacampagna vitivinicola 2010/2011.

Soggetti beneficiari e requisiti
il sostegno è limitato alle seguenti categorie di beneficiari:
* Imprese che occupanono meno di 250 persone, il cui fatturato annuo non supera i 50 milioni di EUR oppure il cui totale dibilancio annuo non supera i 43 milioni di EUR;
*Imprese che occupano meno di 50 persone e realizza un fatturato annuo o un totale di bilancio annuo non superiori a 10 milioni di EUR;
*Imprese che occupano meno di 10 persone erealizza un fatturato annuo oppure un totale di bilancio annuo non superiori a 2 milioni di EUR;

la cui attività sia:
a. la produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uvefresche da essi stessi ottenute, acquistate o conferite dai soci, anche aifini della sua commercializzazione;
b. la produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o damosto di uve da essi stessi ottenuti, acquistati o conferiti dai soci, ancheai fini della sua commercializzazione;
c. l’affinamento e/o il confezionamento del vino conferito dai soci, anche aifini della sua commercializzazione;
d. in via prevalente, l’elaborazione, l’affinamento ed il successivoconfezionamento del vino acquistato, ai fini della sua commercializzazione.

Le suindicate tipologie di imprese beneficiarie possono concorrere sia in forma singolache in forma associata.

Criteri di ammissibilità
L’accesso alla misura “Investimenti” è riservato alla imprese che hanno sede operativa,intesa come stabilimento in cui viene realizzato l’investimento, nella regione Campania.
Le imprese per beneficiare dell’aiuto devono dimostrare che gli investimenti migliorano il rendimento globale dell’impresa, attraverso la presentazione di una relazione dettagliata del piano di investimenti che si intende realizzare.

In particolare per i progetti caratterizzati da un importo superiore ad € 80.000,00 talecondizione si intende rispettata qualora l’impresa dimostri, nel piano di investimenti proposto,che gli interventi previsti migliorino i seguenti indici economici:
a) R.O.I. (risultato operativo/capitale investito) per le ditte individuali, lesocietà di persone e capitali;
b) Valore aggiunto netto (valore della produzione – consumi netti – costi delpersonale) per le società cooperative e loro consorzi.Il confronto deve essere fatto prendendo in considerazione l’indice risultante dall’ultimobilancio approvato con l’indice previsionale alla conclusione dell’investimento.

Tipologia di investimenti ammessi a finanziamento
Le tipologie di operazioni ammesse nell’ambito della misura “Investimenti” sono di seguito riportate:

a) La realizzazione di punti vendita extra aziendali, ed in particolare:
1. Investimenti per l’esposizione dei prodotti vitivinicoli, compresa ladegustazione.
2. Investimenti per la vendita dei prodotti vitivinicoli.

b) Le attività di e-commerce, che interessano l’acquisizione di hardware e softwarefinalizzati all’adozione di tecnologie di informazione e comunicazione (ICT) e alcommercio elettronico.

L’importo minimo della spesa ammessa a finanziamento è pari ad Euro 20.000,00, mentrel’importo massimo finanziabile è fissato in Euro 150.000,00.

Modalità e termini di presentazione delle domande
Le istanze complete di tutta la documentazione prevista dal presente Bando, devono essere presentate, pena l’esclusione, in originale ed in formato cartaceo, a mano o a mezzo Raccomandata AR, all’Organismo Pagatore AGEA e alla Regione Campania entro e non oltre il 31 maggio 2011 ai seguenti indirizzi:

– Regione Campania – AGC Sviluppo Attività Settore Primario, Settore IPA – CentroDirezionale Isola A6 – 80143 Napoli – territorialmente competente in relazione alla sede legaledel richiedente.

– Agea: Organismo pagatore AGEA Via Palestro n. 81 – 00185 ROMA.

Sul plico contenente il progetto, dovrà essere apposta, oltre all’indicazione del mittente, completa dei recapiti telefonici e di fax, la dicitura: “PNS VINO – Misura Investimenti – Campagna 2010/2011.”.

» Visualizza il Bando
» Visualizza il modello di domanda

Avvocato presso il Foro di Salerno. CEO & Founder del portale Campania Europa.

Facebook Twitter LinkedIn 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...