Ministero del Lavoro: finanziamenti alle associazioni per progetti di inclusione sociale – annualità 2016.

Fondo e Finanziamenti europei per politiche sociali in Campania.

Pubblicato il bando del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali che finanzia, per l’annualità 2016, le iniziative di associazioni di promozione sociale tese alla formazione ed aggiornamento degli operatori per lo svolgimento di attività associative, l’informatizzazione e creazione di banche dati in materia di associazionismo sociale e le iniziative tese a fronteggiare emergenze sociali mediante l’applicazione di metodologie di intervento particolarmente avanzate. Le risorse disponibili ammontano a euro 7.050.000,00.

Soggetti beneficiari

Le proposte progettuali possono essere presentate esclusivamente da associazioni di promozione sociale che, al 10 novembre 2016, risultano già iscritte nel Registro nazionale o nei registri delle regionali. Le associazioni possono partecipare alla presentazione delle proposte singolarmente o in forma di partenariato tra loro.
Ciascuna associazione, singola o in partenariato, può presentare una sola proposta progettuale.
La realizzazione dei può prevedere anche forme di collaborazione con enti privati, aventi o meno natura associativa.

Progetti ed iniziative ammissibili

Le proposte progettuali da presentare dovranno essere riconducibili a una delle due seguenti
tipologie:

  1. iniziative riguardanti la formazione e l’aggiornamento dei membri delle associazioni volti all’informatizzazione delle stesse associazioni e la produzione di banche dati. Saranno preferite, in particolare, le iniziative rivolte ai membri delle associazioni aventi età non superiore ai 30 anni;
  2. progetti che prevedono l’utilizzo di metodologie d’intervento e volti a promuovere l’innovazione sociale, la promozione di relazioni sociali e la collaborazione con le istituzioni a tutti i livelli territoriali, in grado, solo a titolo di esempio, di favorire la piena inclusione sociale delle persone con disabilità e la loro partecipazione alla cittadinanza attiva, favorire le pari opportunità e realizzare azioni di sensibilizzazione contro ogni forma di discriminazione, favorire la piena integrazione della popolazione immigrata, sviluppare interventi volti a prevenire fenomeni di impiego irregolare di manodopera nelle attività stagionali di raccolta di prodotti agricoli e a garantire adeguate condizioni di lavoro, favorire lo sviluppo di strumenti e forme di sostegno alle famiglie, favorire il recupero sociale di detenuti ed ex detenuti, promuovere la legalità e la corresponsabilità.
Ammontare del contributo erogabile e quota di cofinanziamento a carico del proponente

Il costo complessivo di ciascuna iniziativa non può essere inferiore a complessivi € 50.000,00 né superare:

  • l’importo di € 150.000,00 per le iniziative di cui al precedente punto 1;
  • l’importo di € 200.000,00 per i progetti sperimentali di durata fino a 12 mesi e di € 300.000,00 per i progetti sperimentali di durata superiore a 12 mesi fino a 18 mesi.

Il contributo erogato dal Ministero del Lavoro può coprire l’80% del costo complessivo dell’intervento.
A carico dell’associazione proponente e degli eventuali partner resta il 20% del costo complessivo dell’iniziativa, a cui può concorrere l’eventuale co-finanziamento mediante l’intervento di enti pubblici, anche locali, o soggetti privati.

Termini e modalità di presentazione delle domande di finanziamento

Le proposte progettuali devono essere presentate attraverso la piattaforma informatica all’indirizzo www.direttiva383.it entro le ore 12,00 del 5 dicembre 2016.

Documenti da scaricare

Avvocato presso il Foro di Salerno. CEO & Founder del portale Campania Europa.

Facebook Twitter LinkedIn 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...