Efficienza energetica di P.A., industrie e P.M.I., via al piano da 800 milioni.

Finanziamenti per imprese, comuni, fonti rinnovabili, efficienza energetica, green economy, mobilità sostenibile in Campania su Campania Europa.

800 milioni di euro le risorse che il governo ha stanziato a favore di interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica per conseguire una maggiore efficienza nel settore pubblico, nella produzione industriale e nei consumi domestici. Il Consiglio dei Ministri ha infatti approvato il decreto di recepimento della Direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica.

A partire da quest’anno sarà avviato il programma di interventi di riqualificazione energetica negli edifici della Pubblica Amministrazione per 355 milioni. A queste risorse si aggiungeranno i finanziamenti privati che potranno essere attivati attraverso contratti di prestazione energetica che ripaghino gli investimenti con i risparmi sulla bolletta.

Le grandi aziende e le imprese ad alta intensità energetica – dal 5 dicembre 2015 – saranno tenute a eseguire diagnosi energetiche periodiche, utili per individuare gli interventi più efficaci per ridurre i consumi di energia.
Alle piccole e medie imprese (PMI) 105 milioni per favorire il ricorso alle diagnosi energetiche.

Sono state introdotte norme per rafforzare, anche nella regolazione dei servizi energetici e delle attività di trasmissione e distribuzione dell’energia, la spinta verso l’efficienza energetica e verso l’eliminazione di eventuali ostacoli all’incremento dell’efficienza delle reti, al sostegno della diffusione efficiente delle fonti rinnovabili, alla generazione distribuita e alla cogenerazione ad alto rendimento,  promuovendo in maniera più incisiva la partecipazione della domanda ai mercati dell’energia. Grande attenzione è rivolta all’incremento delle professionalità e della qualità dei servizi energetici. Il provvedimento potenzia, infatti, la disponibilità di regimi di qualificazione e certificazione per i fornitori di servizi, rendendoli obbligatori, in alcuni casi, per l’accesso agli incentivi.

Il provvedimento istituisce, inoltre, il Fondo nazionale per l’efficienza energetica, strumento finanziario volto a favorire gli interventi per la riqualificazione energetica degli edifici della P.A. e per la riduzione dei consumi di energia nei settori dell’industria e dei servizi.
Una specifica sezione del Fondo sarà dedicata a sostenere gli investimenti in reti di teleriscaldamento e teleraffrescamento. Il Fondo agirà mediante la concessione di garanzie e finanziamenti sarà alimentato con circa 70 milioni di euro l’anno, nel periodo 2014-2020.

Avvocato presso il Foro di Salerno. CEO & Founder del portale Campania Europa.

Facebook Twitter LinkedIn 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...