Campania, 118 milioni di euro ai Comuni per costruire e ristrutturare asili nido e micro nidi.

Fondo e Finanziamenti europei per politiche sociali in Campania.

Pubblicato il decreto ministeriale n. 4 del 20 marzo 2013 del Ministero dell’Interno che mette a disposizioni delle Regioni Convergenza (Calabria, Campania, Puglia, Sicilia) 400 milioni di euro per attuare il Programma Nazionale per l’erogazione di Servizi di cura all’infanzia.
Solo alla Campania sono destinati ben 118 milioni di euro, di cui 35 milioni già assegnati. Un intervento che aiuterà i comuni a rafforzare la qualità e soprattutto la quantità di servizi all’infanzia nella nostra regione.

Come ottenere i contributi?

I comuni della regione Campania, raggruppati in 65 Ambiti Territoriali, sono invitati a presentare un apposito Piano di Interventi per accedere a contributi messi a disposizione dal decreto ministeriale n. 4 del 20 marzo 2013.
L’ammontare delle risorse erogabili ai comuni degli Ambiti Territoriali è calcolato sulla base della distribuzione anagrafica della popolazione tra 0 e 36 mesi.

La modulistica necessaria per presentare le proposte di piano verrà pubblicata a metà aprile 2013.

Il Piano di Interventi può prevedere le seguenti azioni:

  • costruzione di nuove strutture o ristrutturazione, adeguamento di strutture esistenti per servizi di nido e micro-nido a pubblici;
  • estensione dei servizi di nido e micro-nido pubblici mediante il prolungamento della fascia oraria di apertura e ampliamento della presa in carico con riduzione delle liste d’attesa;
  • avvio o ampliamento di servizi integrativi di carattere socioeducativo con incremento del numero di utenti presi in carico.

Quali sono le spese ammissibili?

  • costi di sostegno diretto alla gestione a carico dei Comuni (es. retribuzione di educatori e personale ausiliario dipendente o spese generali di gestione) per l’estensione di orari di apertura, o per l’aumento della presa in carico, in strutture erogatrici di servizi di nido e micro-nido pubblici;
  • costi connessi alla distribuzione di buoni servizio a compartecipazione della tariffa praticata;
  • costi per investimenti in opere pubbliche, acquisti per la costruzione, ristrutturazione, ampliamento, adeguamento, allestimenti e forniture per nidi e micro-nidi pubblici.

Come anticipato poc’anzi, i formulari necessari a proporre i Piani di Intervento verranno predisposti a metà aprile 2013.

Nel frattempo vi consiglio di scaricare la documentazione di seguito indicata.
Potrete prendere visione, in maniera dettagliata, del mecanismo di distribuzione delle risorse tra gli Ambiti Territoriali.

Documenti da scaricare

  • Decreto ministeriale n. 4 del 20 marzo 2013, Piano Nazionale Servizi per l’Infanzia.

Avvocato presso il Foro di Salerno. CEO & Founder del portale Campania Europa.

Facebook Twitter LinkedIn 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...