Internazionalizzazione PMI, finanziamenti a fondo perduto fino a 200.000 euro.

Finanziamenti PMI piccole medie imprese su Campania Europa.it

Scade il 15 marzo 2013 il bando per la concessione di contributi a fondo perduto destinato ai consorzi di PMI (piccole e medie imprese) per progetti di internazionalizzazione. Il bando pubblicato dal Ministero per lo Sviluppo Economico promuove l’internazionalizzazione delle PMI italiane attraverso contributi a fondo perduto fino a 200.000 euro.
I contributi di cui al presente decreto sono finalizzati a sostenere lo svolgimento di specifiche attività promozionali, di rilievo nazionale, per l’internazionalizzazione delle piccole e medie imprese realizzati dai Consorzi per l’internazionalizzazione, anche attraverso contratti di rete con piccole e medie imprese non consorziate.

Possono presentare progetti di internazionalizzazione le società consortili e le cooperative di PMI dei settori:

  • industriale;
  • artigianato;
  • turismo;
  • servizi in genere;
  • agroalimentare;

Possono partecipare alla realizzazione del progetto anche imprese del commercio, enti pubblici e privati, istituti di credito bancario.

Sono agevolabili le seguenti iniziative:

  • partecipazione a fiere e saloni internazionali;
  • eventi collaterali alle manifestazioni fieristiche internazionali;
  • show-room temporanei;
  • incoming di operatori esteri;
  • incontri bilaterali fra operatori;
  • workshop e seminari in Italia con operatori esteri e all’estero;
  • azioni di comunicazione sul mercato estero;
  • attività di formazione specialistica per l’internazionalizzazione;
  • realizzazione e registrazione del marchio consortile.

Il progetto deve prevedere una spesa superiore a 50.000 euro e non superiore a 400.000 euro.  L’agevolazione, concessa nella forma di contributo in conto capitale a fondo perduto, non potrà superare il 50% delle spese sostenute ritenute ammissibili.

Queste le spese ammissibili:

  • quote di partecipazione a fiere internazionali;
  • affitto ed allestimento di stand e show room temporanei;
  • interpretariato, servizio hostess, noleggio attrezzature e strumentazioni;
  • oneri di trasporto;
  • realizzazione del marchio consortile;
  • spese per materiale informativo, spot televisivi e radiofonici, pubblicità su siti web e riviste internazionali;
  • creazione del sito web consortile;
  • spese generali nella misura del 10% delle spese ammissibili.

Le proposte di internazionalizzazione vanno presentate entro il 15 marzo 2013.

Documenti da scaricare

  • Bando Ministero per lo Sviluppo Economico per l’erogazione di incentivi all’internazionalizzazione delle PMI.

Avvocato presso il Foro di Salerno. CEO & Founder del portale Campania Europa.

Facebook Twitter LinkedIn 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...