Bando da 4,5 milioni per attivare tirocini formativi nelle regioni del Sud Italia

C’è tempo fino al 27 giugno 2011 prossimo per aderire al bando di Re.La.R finanziato nell’ambito del PON “Governance e Azioni di Sistema Obiettivo Convergenza” con 4,5 milioni di euro per la creazione della Rete dei servizi destinata alla prevenzione del lavoro sommerso in Campania, Calabria, Puglia e Sicilia.

Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali promuove il programma “Rete dei servizi per la prevenzione del lavoro sommerso” (RE.LA.R) finanziato con fondi  PON “Governance e Azioni di Sistema” – Obiettivo Convergenza.
Il Programma, attuato da Italia Lavoro SpA, intende creare un elenco pubblico di soggetti privati abilitati all’attivazione di percorsi di tirocinio formativo nel periodo compreso tra il 01/07/2011 e il 31/10/2011.
I percorsi di tirocinio, della durata di due mesi, potranno essere attivati a favore dei soggetti (“tirocinanti”), limitatamente ai territori delle Regioni Campania, Puglia, Calabria e Sicilia e ai settori Edilizia, Agricoltura e Turismo (comprensivo delle attività termali).

Le condizioni per attivare il Tirocinio

Per ciascun percorso di tirocinio attivato devono essere rispettate le seguenti condizioni:

  • Il tirocinio dovrà essere realizzato in conformità con la normativa nazionale e regionale di riferimento in materia;
  • Le attività di tirocinio valide ai fini della borsa di studio non potranno durare più di 2 mesi;
  • L’attività di tirocinio settimanale potrà essere di 30 ore e sino ad un massimo di 36 ore;
  • Dovrà essere assicurata la presenza di un tutor aziendale;
  • Dovrà essere assicurata la presenza di un tutor responsabile didattico organizzativo delle attività.

Ente promotore

L’Ente promotore dei percorsi di tirocinio è tenuto a:

  • osservare le normative comunitarie, nazionali e regionali in materia di fondi strutturali ed accettare il controllo della Italia Lavoro S.p.A.;
  • applicare nei confronti del personale dipendente il contratto collettivo nazionale del settore di riferimento;
  • applicare la normativa vigente in materia di lavoro, sicurezza ed assicurazioni sociali obbligatorie, nonché rispettare la normativa in materia fiscale;
  • verificare che il soggetto ospitante sia in possesso di tutti i requisiti previsti dall’Avviso.

All’Ente promotore che attiva uno o più tirocini sarà riconosciuto un contributo per gli oneri di attivazione pari ad € 200,00/mese, per un importo massimo di € 400,00 per tirocinante a fronte della presentazione della documentazione attestante le spese sostenute e ritenute ammissibili.

Tirocinanti

I destinatari dei percorsi di tirocinio sono:

  • cittadini italiani e comunitari, disoccupati o inoccupati che non abbiano raggiunto l’età pensionabile (40%);
  • cittadini extracomunitari (non appartenenti ad uno dei Paesi dell’Unione Europea)  titolari di un permesso di soggiorno (60%).

Per i tirocinanti è prevista l’erogazione di una borsa di studio, corrisposta direttamente da Italia lavoro, dell’ammontare di € 550,00 (cinquecentocinquanta/00)/mese al lordo delle eventuali ritenute di legge, per un massimo di complessivi € 1100,00 (millecento/00) al lordo delle eventuali ritenute di legge.

La domande di iscrizione all’elenco potranno essere presentate solo ed esclusivamente attraverso Posta Elettronica Certificata, all’indirizzo immigrazionemobilita@pec.italialavoro.it, secondo le modalità indicate nel testo integrale dell’avviso entro le ore 12 del 27 giugno 2011.

Consulta la documentazione

Avviso Pubblico
Elenco permessi di soggiorno– All.A

Guida alla rendicontazione – All.B
Domanda di iscrizione – All.C

Avvocato presso il Foro di Salerno. CEO & Founder del portale Campania Europa.

Facebook Twitter LinkedIn 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...