Fondo per l’occupazione, come ottenere 12.000 euro a fondo perduto per assumere donne e giovani.

Finanziamenti e contributi alle PMI piccole e medie imprese.

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale (n. 243 del 17 ottobre 2012) il decreto del Ministero del Lavoro che rende operativo il Fondo per il finanziamento di interventi volti a favorire l’incremento dell’occupazione giovanile e delle donne.
Il provvedimento che attua le disposizioni del Decreto Salva Italia (decreto-legge 6 dicembre 2011, n.201, convertito dalla legge 22 dicembre 2011, n. 21) mette a disposizione delle imprese, di qualsiasi settore, un plafond di oltre 200 milioni di euro. Il Fondo consente di ottenere contributi a fondo perduto, erogati dall’INPS, per la stabilizzazione a tempo indeterminato e l’assunzione a termine di giovani fino a 29 anni e donne.

Di seguito l’illustrazione schematica sul funzionamento del Fondo per l’occupazione e l’accesso agli incentivi.

Complessivamente le risorse messe a disposizione dal governo superano i 200 milioni di euro. In particolare l’investimento programmato è pari a 196.108.953 euro per il 2012 e 36.000.000 euro per il 2013.

Gli incentivi vengono erogati per:

  1. Trasformazione di contratti a tempo determinato in contratti a tempo indeterminato;
  2. Stabilizzazione di lavoratori legati a contratti di collaborazione continua e coordinata (co.co.co), e collaborazione di progetto (co.co.pro.) stipulando contratti a tempo indeterminato;

Il contributo ammonta a 12.000 euro per ogni trasformazione o stabilizzazione di giovani fino a 29 anni e donne di qualsiasi età che avverrà nel periodo compreso tra il 17 ottobre 2012 ed il 31 marzo 2013. Trasformazione e stabilizzazione devono riguardare contratti in essere o cessati da non più di 6 mesi.
Un singolo datore di lavoro può usufruire dell’incentivo per un massimo di 10 contratti.

Il contributo, invece, è pari a 3.000 euro per le nuove assunzioni con contratti a tempo determinato di giovani fino a 29 anni e donne di qualsiasi età nel periodo compreso tra il 17 ottobre 2012 ed il 31 marzo 2013. Anche in questo caso un singolo datore di lavoro può usufruire dell’incentivo per un massimo di 10 assunzioni.
Tale ultimo incentivo può raggiungere:

  1. 4.000 euro se i contratti a tempo determinato hanno durata superiore a 18 mesi ma inferiore a 24 mesi;
  2. 6.000 euro se i contratti a tempo determinato hanno durata superiore a 24 mesi.

Per accedere al contributo i datori di lavoro devono presentare apposita istanza all’INPS.
Gli incentivi verranno erogati in unica soluzione entro 6 mesi dalla conclusione di contratti a tempo indeterminato (per trasformazione e stabilizzazione) e contratti a tempo determinato (per le nuove assunzioni).

Documenti da scaricare

Avvocato presso il Foro di Salerno. CEO & Founder del portale Campania Europa.

Facebook Twitter LinkedIn 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...