Finanziamento a Progetti di Potenziamento Strutturale per la ricerca nel Mezzogiorno.

Finanziamenti Europei in Campania su Campania Europa.it

400 milioni di euro è la dotazione finanziaria messa a disposizione dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca attinta dai fondi Pon Ricerca e Competitività per il finanziamento di Progetti di Potenziamento Strutturale nell’ambito dell’Asse I “Sostegno ai mutamenti strutturali” (vedi il Decreto Direttoriale n. 254 del 18 maggio 2011).
Il programma prevede la definizione e l’attivazione di interventi di adeguamento e rafforzamento strutturale riferiti a centri di elevata qualificazione attivi in ambiti e discipline di rilevanza strategica per lo sviluppo del sistema produttivo delle aree della Convergenza (Calabria, Campania, Puglia, Sicilia). Attraverso tali azioni si intende accrescere la capacità attrattiva degli organismi scientifici pubblici di eccellenza localizzati nelle Regioni della Convergenza verso il sistema imprenditoriale nazionale e multinazionale e ricercatori e giovani talenti provenienti dal contesto nazionale ed internazionale.
Interventi immaginati in un’ottica sovra-regionale per favorire la capacità di valorizzazione economico-industriale, la prospettiva di accrescere la competitività e la attrattività del sistema della ricerca pubblica meridionale.

Possono rispondere all’avviso i seguenti soggetti:

  • Università ed Istituti Universitari Statali;
  • Enti ed Istituzioni Pubbliche Nazionali di Ricerca, vigilati dalla Amministrazione Pubblica Centrale;
  • Organismi di ricerca senza scopo di lucro, indipendentemente dal proprio status giuridico la cui finalità statutaria consiste nello svolgimento di attività di ricerca scientifica e/o tecnologica e nel diffonderne i risultati, mediante l’insegnamento, la pubblicazione o il trasferimento di tecnologie, i cui utili siano interamente reinvestiti nelle attività di ricerca, nella diffusione dei loro risultati o nell’insegnamento e che non siano partecipati in alcun modo, nè direttamente nè indirettamente, da imprese.

Il progetto deve mettere in luce la propria capacità di contribuire a facilitare ed accelerare i processi inerenti i mutamenti strutturali nell’economia delle Regioni della Convergenza, evidenziandone i collegamenti con le esigenze del mondo produttivo regionale e nazionale nonchè l’idoneità a rispondere alle esigenze emergenti nei settori e nei territori di riferimento e la capacità di favorirne l’inserimento in grandi iniziative nazionali ed internazionali (quali, ad esempio, i Progetti Bandiera del Programma Nazionale della Ricerca 2011/2013, l’European Strategy Forum on Research Infrastructures – ESFRI).

Il progetto deve prevedere il completamento delle attività entro il 31 dicembre 2014: i costi non possono essere complessivamente inferiori a 15 milioni di euro nè superiori a 45 milioni di euro.
Sono ammissibili le seguenti voci di costo:

  • Spese tecniche nella misura massima del 10%;
  • Opere edili di realizzazione, adeguamento e ristrutturazione finalizzate al progetto e impianti tecnologici, nella misura massima del 30%;
  • Acquisto di attrezzature e strumentazioni scientifiche e tecnologiche, inclusi gli oneri accessori;
  • Realizzazione di reti di collegamento tra apparecchiature di laboratorio e/o reti di collegamento tra diverse strutture scientifiche e/o di alta formazione;
  • Prestazioni di servizi per consulenze scientifiche e applicazioni tecnologiche;
  • Costi specifici di progetto.
  • Spese per attività di formazione.

I soggetti interessati debbono presentare le proprie istanze tramite il servizio telematico SIRIO (http://roma.cilea.it/Sirio), che sarà attivo a partire dal 13 giugno 2011, entro e non oltre le ore 12.00 dell’11 agosto 2011.
Il predetto servizio consente la stampa della documentazione che, debitamente sottoscritta, deve essere inviata entro i successivi 7 giorni, a mezzo di raccomandata, al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Dipartimento per l’Università, l’Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica e per la Ricerca – Direzione Generale per il Coordinamento e lo Sviluppo della Ricerca – Ufficio VII – Piazzale Kennedy, 20 – 00144 Roma.

Ogni richiesta di informazioni può essere inoltrata al MIUR via e-mail al seguente indirizzo di posta elettronica: sespar.upoc@miur.it.

Avvocato presso il Foro di Salerno. CEO & Founder del portale Campania Europa.

Facebook Twitter LinkedIn 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...