Campania PMI, un bonus da 20 milioni per assunzione di lavoratori svantaggiati.

Creare nuovi posti di lavoro stabile nelle Regioni del Mezzogiorno attraverso la concessione di un bonus (credito d’imposta) alla aziende che assumono a tempo indeterminato lavoratori “svantaggiati” o “molto svantaggiati”.
E’ questo ciò che si propone il Decreto interministeriale del 21 maggio 2012, emanato dal Ministro dell’economia e delle finanze di concerto con il Ministro del lavoro e con il Ministro per la coesione territoriale.

Le risorse provengono dal Fondo Sociale Europeo che mette a disposizione delle imprese del Mezzogiorno 142 milioni di euro, ovvero: 4 milioni di euro alla Regione Abruzzo; 20 milioni di euro, ciascuno, a Calabria, Campania e Sardegna, 65 milioni alla Sicilia, 1 milione al Molise, 2 milioni alla Basilicata e 10 milioni alla Puglia.

La misura prevede la detassazione del 50% del costo del lavoro spettante ai datori di lavoro ubicati al Sud che hanno assunto o assumono a tempo indeterminato tra il 14 maggio 2011 e il 13 maggio 2013, personale “svantaggiato” o “molto svantaggiato”. E cioè:

  • lavoratori che non hanno un impiego regolarmente pagato da almeno sei mesi;
  • che hanno più di 50 anni;
  • che non posseggono un diploma di scuola media superiore o professionale;
  • adulti che vivono soli con una o più persone a carico; membri di una minoranza nazionale, lavoratori occupati in professioni o settori caratterizzati da un elevato tasso di disparità uomo-donna;
  • per lavoratori “molto svantaggiati” s’intendono invece i lavoratori “senza lavoro da almeno 24 mesi”.

Per accedere al beneficio, gli interessati dovranno inoltrare apposita istanza alla Regione competente che successivamente comunicherà l’ammissione al bonus, nei limiti delle risorse disponibili stanziate.

Si decade dall’agevolazione quando il numero di dipendenti non aumenta, quando i posti di lavoro non durano almeno tre anni (due, per le piccole e medie imprese), se vengono definitivamente accertate violazioni non formali fiscali e contributive per le quali sono state irrogate sanzioni di importo non inferiore a euro 5.000 e in caso di violazioni alla normativa sulla salute e sulla sicurezza dei lavoratori, commesse nel periodo tra il 14 maggio 2011 e il 13 maggio 2015.

Tratto da Italia Lavoro News.

Documenti da scaricare

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di Campania Europa? Compila il box qui sotto, è gratis!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail:

Avvocato presso il Foro di Salerno. CEO & Founder del portale Campania Europa.

Facebook Twitter LinkedIn 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...