Incerta l’erogazione delle indennità 2011 per gli agricoltori in zone montane

Sarà incerta per la campania 2011 l’erogazione delle “indennità a favore degli agricoltori delle zone montane” in attuazione della misura 221 del PSR 2007-2013. Il motivo? Alla data di emanazione dell’avviso pubblico per l’accesso al contributo la Regione Campania non dispone di sufficienti risorse finanziarie.
A fornire la notizia è la documentazione apparsa in mattinata sul portale istituzionale della Regione Campania. Per consentire il pagamento dei premi per l’annualità 2011, l’amministrazione si è comunque impegnata a presentare istanza alla Commissione Europea per la rimodulazione finanziaria del Piano per lo Sviluppo Rurale in Campania: se da Bruxelles arriverà l’ok sarà possibile fruire della erogazione degli aiuti per l’annualità corrente.
Nessun pericolo, invece, per i premi relativi alle annualità 2008, 2009, 2010 che verranno distribuiti alla conclusione delle istruttorie ad oggi ancora in corso.

E’ sulla contingenza economica che si basa l’avviso pubblico per l’erogazione delle indennità per l’annualità 2011: si precisa che gli aiuti sono concedibili agli imprenditori agricoli, singoli ed associati, che hanno già presentato domanda di aiuto/pagamento, la cui istruttoria risulti positiva, nelle annualità precedenti.

Requisiti di ammissibilità

Gli imprenditori agricoli devono soddisfare i seguenti requisiti:

  1. Coltivare una SAU di almeno 0,5 ettari, in aree definite montane in base ad un legittimo titolo di possesso (proprietà, usufrutto, affitto, bilaterale e/o unilaterale, registrato nei modi di legge) escluso il comodato d’uso. Si precisa che l’intensità del premio verrà calcolato al massimo della superficie ammessa a pagamento con l’ultima domanda presentata;
  2. Possesso di partita IVA;
  3. Essere iscritti nel registro delle imprese agricole della Camera di Commercio, Industria, Artigianato ed Agricoltura (CCIA) – Sezione speciale imprenditori agricoli o Sezione coltivatori diretti o Sezione speciale imprese agricole.

Nel caso di richiesta di indennità riferita a superfici di pascolo, queste sono concesse solo per quelle superfici con un carico di bestiame compreso tra un minimo di 0,5 UBA/Anno (UBA = Unità di Bestiame Adulto) ed un massimo di 3 UBA/Anno, anche nel caso di superfici a pascolo sfruttate in comune tra più agricoltori.

Modalità e termini di presentazione delle domande

Le domande di aiuto/pagamento, per l’anno 2011, devono essere compilate e rilasciate sul portale SIAN entro le ore 24,00 del 16maggio 2011, fatta salva la facoltà di compilare e rilasciare le domande entro il 10 giugno 2011, cui corrisponderà una riduzione dell’1% dell’importo del sostegno per ogni giorno feriale di ritardo.

Il modello cartaceo rilasciato dal portale SIAN della domanda compilata in ogni sua parte per via telematica deve essere corredato da:

  1. Dichiarazioni, di cui all’apposito modello;
  2. Certificato di iscrizione alla CCIA con dicitura fallimentare e antimafia;
  3. Certificazione sanitaria attestante lo stato di stalla indenne da brucellosi, tubercolosi e leucosi e il rispetto nell’allevamento delle prescritte disposizioni sanitarie in ordine a quanto previsto dal piano straordinario per l’eradicazione e la sorveglianza della malattia vescicolare dei suini della Regione Campania (per le aziende che effettuano attività di allevamento e commercializzazione di suini).

Infine il beneficiario dovrà impegnarsi a proseguire l’attività agricola per almeno cinque anni a decorrere dal primo pagamento dell’innennità, a rispettare su tutta la superficie dell’azienda agricola gli impegni relativi al regime di condizionalità per la Regione Campania ed a sanare le irregolarità, definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al pagamento delle imposte, tasse e contribuzione sociale per sé e per i dipendenti.

Avvocato presso il Foro di Salerno. CEO & Founder del portale Campania Europa.

Facebook Twitter LinkedIn 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...